FINESTRE Battenti: PREZZI nei negozi

Outlet Arredamento > FINESTRE Battenti: PREZZI nei negozi

Di grande praticità, le finestre battenti sono le più diffuse. I migliori negozi le propongono scontate sul nostro outlet.

8 consigli utili per scegliere le finestre di casa

Esistono vari parametri per scegliere le finestre di casa, per aiutarvi nella scelta mettiamo nero su bianco 8 consigli per trovare i migliori infissi per le proprie necessità:

  • considerate la qualità delle prestazioni: tenuta all’acqua, all’aria, isolamento acustico e termico, sicurezza e durabilità;
  • valutate il materiale del profilo: legno, vetro o alluminio e le relative caratteristiche meccaniche ed estetiche;
  • tenete sempre d’occhio il rapporto qualità/prezzo;
  • non sottovalutate la tipologia di manutenzione del serramento;
  • analizzate estetica e design dell’infisso, che devono sempre sposarsi con lo stile della vostra casa;
  • mettete in primo piano anche funzionalità e praticità d’uso;
  • controllate la presenza di certificati di garanzia e di servizi d’assistenza;
  • valutate la tipologia di apertura della finestra.

Quest’ultimo elemento incide sulla funzionalità degli spazi interni, sull’estetica e sul grado di illuminazione e aerazione dell’edificio. Escluse le finestre fisse, che rappresentano delle semplici specchiature, scelte spesso per inquadrare un panorama o per dare luce ad un ambiente che non necessita di aerazione, le più utilizzate sono le finestre battenti, a una o due ante, dotate spesso anche di meccanismo a ribalta. Quando però la dimensione della finestra è notevole, l’infisso ad anta battente non risulta più idoneo, per la scomodità di movimentazione dell’anta e quindi occorre orientare la propria scelta su moderne finestre scorrevoli.

In quali materiali sono le finestre battenti

Abbiamo visto come uno dei fattori fondamenti per scegliere le finestre sia proprio il materiale con cui sono realizzati i profili dei telai. Il materiale delle finestre battenti, le più utilizzate in commercio, influisce sulle prestazioni tecniche del serramento, come: la tenuta all’acqua, la durabilità, il grado di isolamento, la resistenza, ma anche sulla valenza estetica, da valutare in base al progetto d’arredo che si intende concretizzare. Le finestre ad anta battente in legno sono un classico senza tempo, eleganti e accoglienti, possono essere realizzate in diverse essenze, oppure in legno lamellare. Hanno un alto grado di isolamento termico e acustico, sono riciclabili ma hanno bisogno di manutenzione costante nel tempo, per evitare che il film protettivo di vernice, che ricopre il telaio, si deteriori a causa del sole e delle intemperie. Le finestre battenti in PVC sono pratiche ed economiche, non necessitano di manutenzione e durano a lungo nel tempo. Il telaio ha un profilo decisamente più importante se paragonato a quello in alluminio, ma a differenza di questo mostra maggiori performance in termini di isolamento termico e acustico. Se però le finestre battenti in alluminio sono realizzate con tecnologia a taglio termico, le prestazioni energetiche migliorano. Degli infissi in alluminio da non sottovalutare sono leggerezza e sezione sottile dei profili che, lasciando spazio alla specchiatura vetrata, aumentano la luminosità dell’ambiente. Nel nostro outlet sono presenti tanti modelli di finestre battenti acquistabili a prezzi scontati, contando sempre sull’affidabilità dei migliori rivenditori.

Quante ante per le finestre a battente?

Le finestre battenti possono essere ad anta singola o doppia, indipendentemente dal materiale scelto. Gli infissi ad un’unica anta battente hanno una superficie vetrata maggiore rispetto all’altra tipologia, che amplifica la vista verso l’esterno. Non essendo interrotte da una seconda anta, mostrano poi un miglior isolamento acustico e termico e un design decisamente più moderno. Solitamente però, per evitare problemi di movimentazione, le finestre ad anta singola vengono adottante quando la bucatura è larga al massimo 90 cm. Le finestre a due ante battenti possono invece essere impiegate per finestre più grandi e presentano ante di larghezza ridotta, solitamente 70/80 cm, che non ingombrano eccessivamente all’interno della stanza, risultando anche più leggere e maneggevoli. Ovvio che, la luminosità interna risulta interrotta al centro della finestra, nel punto di incontro tra le due ante, ma a volte questa è una scelta obbligata soprattutto quando abbiamo a che fare con progetti di conservazione e restauro, che impongono vincoli di facciata. Le finestre a due ante battenti consentono poi di aprire anche solo uno dei due telai mobili, bloccando l’altro, per modulare a piacere l’aerazione della stanza. Solitamente poi, entrambe le tipologie di finestre battenti montano il meccanismo di apertura a ribalta, che permette la ventilazione costante dell’ambiente, senza dover per forza aprire tutta l’anta. Per avere una panoramica ampia sulle tipologie di finestre a battente presenti in commercio, visita il nostro outlet di serramenti e scopri gli interessanti prezzi sottocosto con cui sono messi in vendita gli infissi.