Outlet Porte: Offerte Porte a prezzi scontati

Outlet Arredamento > PREZZI Porte in Offerta Outlet - Porte fino -70% di sconto
  • Tipologia
  • battente (56)
  • scorrevole (23)
  • a soffietto (2)
    • Stile
    • moderne (61)
    • classiche (20)
      • Prezzo
      • Marca
      • Città

Porte in offerta

Quali porte da interno sono più adatte alla tua casa? Grazie a questa guida, senza difficoltà farai la scelta giusta. E potrai poi procedere al tuo acquisto su outletarredamento.it: massima qualità a prezzi super scontati.

I materiali con cui vengono realizzati le porte interne

La scelta delle porte da interno deve basarsi sulla valutazione di una serie di fattori importanti. Cominciamo dai materiali. Quelli più diffusi sono i seguenti:

  • Legno: è il materiale naturale per eccellente; resistente, robusto e durevole, dotato di un fascino intramontabile. Anzi, col tempo diventa ancora più bello. Le porte in legno, inoltre, si inseriscono armoniosamente nei contesti connotati da uno stile moderno o più classico, da questo punto di vista sono estremamente versatili e sempre contribuiscono a rendere l’ambiente più caldo e accogliente. Però richiedono una manutenzione regolare e devono essere trattate con prodotti ad hoc. Inoltre, non si possono definire economiche
  • Vetro: è la scelta perfetta per separare due ambienti senza dividerli. Il vetro, inoltre, dona luminosità e rende possibile un elevato grado di personalizzazione per quanto concerne i colori, le dimensioni dei pannelli, le forme, le eventuali decorazioni. Le tipologie più utilizzate nella produzione di porte interne sono il vetro temperato e quello stratificato. La fragilità è un luogo comune da sfatare, però c’è da far presente che i serramenti con parti o totalmente in vetro non garantiscono una perfetta privacy, a meno che non si scelgano versioni lavorate in modo da risultare del tutto coprenti
  • Laminato: il laminato è un pannello in legno tamburato o listellato ricoperto da una lamina su cui è possibile riprodurre le venature e le finiture tipiche del legno massiccio ma che si può anche caratterizzare in altri modi, per esempio con colori matt o lucidi. Le porte in laminato hanno prezzi contenuti, resistono all’usura e all’umidità, sono facili da pulire e non richiedono particolari trattamenti. Difetti? Tutto dipende dalla qualità. Una porta in laminato scadente presenta finiture monotone e poco accattivanti; quelle effetto legno possono risultare “finte”
  • Laccato: anche il laccato è un derivato del legno, ma a differenza del laminato non presenta film decorativi bensì viene trattato con vernici poliesteri o poliuretaniche. Le porte laccate sono molto in voga grazie al loro aspetto glamour e moderno, all’ampia scelta di colorazioni possibili, alla più che apprezzabile resistenza. Si sceglie inoltre fra finiture lucide, che creano affascinanti riflessi e contribuiscono a rendere l’ambiente più luminoso, e finiture opache, più sobrie e discrete. Bisogna anche fare la distinzione fra laccato a poro aperto, che lascia intravedere le venature del pannello ligneo, e a poro chiuso, che invece le ricopre in toto. Il laccato, però, rispetto al laminato è più costoso nonché più delicato
  • Alluminio: è un materiale duttile e leggero, si lavora con facilità, dura a lungo e non si deteriora col tempo. Nel caso delle porte da interno viene utilizzato in abbinamento al vetro. Difficile trovare difetti; diciamo però che, per alcuni, l’alluminio può risultare un po’ “freddo”.
Sei alla ricerca di porte interne per la tua casa? Su outletarredamento.it trovi decine di proposte appartenenti a diverse tipologie, tutte firmate dai migliori marchi del settore e tutte a prezzi di gran lunga inferiore alla media. Non lasciarti scappare queste occasioni!

Quali sono i diversi sistemi di apertura

Altro elemento determinante nella scelta delle porte da interno è il sistema di apertura. Le opzioni possibili? Le elenchiamo:

  • Porte a battente: il sistema a battente è il più tradizionale nonché il più diffuso. L’anta della porta è collegata a un telaio, a sua volta fissato alla parete tramite apposite cerniere. L’apertura può essere verso destra o verso sinistra. Sono anche disponibili in commercio modelli in linea oppure raso parete
  • Porte scorrevoli: riscuotono un crescente consenso perché non obbligano a mettere in conto il raggio di apertura, come quelle a battente. Inoltre hanno un aspetto minimalista e ultra moderno. Si sceglie fra porte interno muro e porte esterno muro; le prime scompaiono totalmente nello spessore della parete quando vengono aperte, scorrendo lungo un controtelaio. Le porte scorrevoli esterno muro, invece, si sovrappongono alla parete e restano quindi a vista. Tale movimento avviene grazie a un binario al quale sono agganciate
  • Porte pieghevoli o a libro: presentano un’anta sezionata in due parti mobili simmetriche oppure asimmetriche. Nel momento in cui la porta viene aperta, queste due parti scorrono verso un lato e si affiancano l’una all’altra, fino a sembrare – appunto – le pagine di un libro
  • Porte rototraslanti: sono composte da un solo battente, non presentano le tradizionali cerniere su un lato bensì un perno centrale che consente all’anta di traslare e ruotare contemporaneamente. Con questo sistema, anche le porte caratterizzate da pannelli ampi e pesanti risultano estremamente maneggevoli; l’apertura a spinta, inoltre, può avvenire sia a destra che a sinistra, come si desidera sul momento
  • Porte a bilico o a pivot: girano intorno a un punto di rotazione collocato in posizione asimmetrica. Sono di grande impatto dal punto di vista visivo.
Una volta stabilito quale sia il sistema di apertura che meglio soddisfa le tue esigenze, passa in rassegna le proposte del nostro outlet: la qualità è garantita, la convenienza è una certezza.

Come abbinare porte e pavimenti

 

Abbinare porte e pavimenti nel modo giusto significa aggiungere all’ambiente un plus in termini di classe e personalizzazione. Non esistono regole precise, però è bene tener presenti alcuni consigli. Tanto per cominciare, se il pavimento è chiaro suggeriamo di scegliere porte cromaticamente simili o caratterizzate da tonalità a loro volta chiare nonché passepartout: il bianco in primis, ma anche il beige e il tortora nelle sue infinite sfumature. Bene anche i colori accesi e vivaci. Le porte chiare, d’altra parte, sono un’ottima scelta anche nel caso dei pavimenti scuri, in quanto consentono di evitare che l’insieme risulti cupo. Ma se invece i gusti conducono all’acquisto di porte a loro volta scure, allora il suddetto rischio si può scansare puntando su tonalità delicate e luminose per le pareti. Un esempio lampante: parquet scuro+porta in legno+pareti bianche. I contrasti funzionano anche nel caso dei pavimenti dai colori più accesi: le porte neutre li mettono in risalto, ma allo stesso tempo bilanciano e riequilibrano l’insieme, che così non risulta eccessivo. L’abbinamento porte e pavimenti deve basarsi non soltanto sui colori ma anche sullo stile e sui materiali. Per un pavimento moderno in gres porcellanato a grandi lastre, per esempio, sono perfette le porte a scomparsa in laminato o laccato; il parquet trova il sodalizio perfetto nelle porte in legno o laminato effetto legno, lo ribadiamo, ma anche in quelle con ante in vetro. E proprio il vetro, d’altro canto, si sposa egregiamente con pavimentazioni più classiche quali quelle in cotto oppure in marmo. Un’altra combo vincente è cotto-marmo. Le tue idee sono più chiare ma vorresti comunque l’aiuto di un professionista? Individua sul nostro outlet le porte che più piacciono, quindi compila il modulo per entrare in contatto coi rivenditori: sapranno affiancarti al meglio e darti tutte le dritte necessarie per concludere l’acquisto perfetto (e più conveniente).

Quali stili per le porte interne

Focus sullo stile: le porte interne si dividono in classiche, moderne e classico-contemporanee. Le prime sono quasi sempre a battente, con finiture e stipiti sporgenti, nonché maniglie che non passano inosservate, generalmente dalle forme arrotondate o sagomate, spesso color oro oppure ottone. Il materiale per eccellenza in questo caso è il legno, seguito dal vetro. Che, però, viene utilizzato per realizzare solo parte delle ante. Numerosi sono anche i modelli classici in laminato, dai prezzi più accessibili, effetto legno oppure bianchi. O, comunque, caratterizzati da tonalità sobrie e neutre. Così come molto apprezzate sono le porte classiche laccate. Collochiamo in questa categoria anche le porte pantografate, le cui ante presentano cioè bassorilievi di differenti spessori, o con decori a intaglio. Le porte moderne sono laminate, laccate, in vetro e alluminio o legno e alluminio; oppure totalmente in vetro. Hanno l’apertura scorrevole, rototraslante, a pivot. I pannelli sono lisci, in alcuni casi arricchiti da stampe; le maniglie sono squadrate, color grigio alluminio/cromo lucido o satinato. Le forme delle porte interne moderne sono rigorose, le linee stilizzate. Si sceglie fra quei modelli che, anche per la sobrietà dei colori, si inseriscono nell’ambiente con estrema discrezione, in alcuni casi sembrano sparire; e i modelli che invece consentono di creare contrasti strategici, energici, giochi cromatici a volte scenografici. Il design classico contemporaneo è una sorta di incontro fra lo stile classico e quello moderno. I tagli sono netti e decisi, ma allo stesso tempo i pannelli vengono di frequente lavorati con diverse tecniche di decorazione – molto diffusa la bugna, per esempio – e le finiture diventano elementi fortemente caratterizzanti. Si tratta, nella maggior parte dei casi, di porte a battente oppure a scomparsa interno muro. Prevalgono le tipiche tonalità del legno e i colori chiari e luminosi. Il catalogo di outletarredamento.it è composto da modelli riconducibili a tutti gli stili, proposti da rivenditori che vantano grande professionalità e una solida esperienza del settore. Cosa aspetti a fare la tua scelta?

Porte filomuro, un elemento da nascondere o evidenziare

Le porte filomuro sono una perfetta espressione del design moderno e minimalista. Come si può dedurre dalla definizione stessa, infatti, vengono installate raso parete e, una volta chiuse, si allineano perfettamente a quest’ultima, restituendo così una superficie continua. Il telaio viene inglobato nel muro, non ci sono cornici coprifilo né stipiti. Nessuna sporgenza, insomma. Le cerniere sono a scomparsa, quindi del tutto invisibili. Resta soltanto un elemento a vista, ovvero la maniglia con l’eventuale serratura; chi però ha come obiettivo l’estrema pulizia formale può optare per modello dotati di push and pull. Per quanto concerne i sistemi di apertura, si sceglie fra porte filomuro a battente, pieghevoli a 180 gradi, scorrevoli (interno muro, appunto) o a pivot. Nel primo caso, esistono anche versioni bidirezionali, che possono cioè essere aperte sia a tirare che a spingere, in virtù di cerniere ad hoc. Vogliamo aggiungere che molti fra i migliori marchi del settore producono anche porte filomuro con altezza e larghezza su misura oppure con doppia anta; possibile è anche aggiungere un battiscopa che sia a sua volta complanare alla parete. Proprio per le loro peculiarità strutturali, le porte filomuro possono essere definite “mimetiche”: se tinteggiate con la stessa tonalità scelta per la parete o rivestite con la medesima carta da parati, diventa pressoché impossibile distinguerle. Ma se invece l’intenzione è quella di valorizzarle, rendendole così anche veri e propri elementi di arredo, allora basta creare armoniose contrapposizione cromatiche rispetto ai muri oppure optare per modelli in legno o vetro o, ancora, caratterizzati da originali decorazioni. Le possibilità di personalizzazione risultano davvero numerose; determinate porte sono progettate anche per essere rivestite in pietra naturale o pelle, pensa un po’. Ti piace questa tipologia, la ritieni perfetta per la tua casa ma non sai quale modello acquistare? Nel nostro catalogo troverai senza dubbio risposte concrete, anche con la certezza di un risparmio senza eguali.

Quali porte scegliere se lo spazio è poco in casa

Determinati tipi di porte interne rappresentano valide soluzioni salvaspazio, e si rivelano risolutive nel caso di ambienti piccoli e/o stretti. Le porte scorrevoli interno muro, per esempio, spariscono totalmente quando vengono aperte, è davvero come se non ci fossero. Anche quelle esterno muro consentono di non mettere in conto il raggio di apertura, al contrario dei modelli a battente, tuttavia impongono di lasciare libera quella parte di parete su cui vanno a sovrapporsi. E in compenso, però, non richiedono interventi murari. Tutto ciò vale, naturalmente, anche per le versioni filomuro. Per i locali di dimensioni contenute come i bagni e i ripostigli, d’altra parte, molto richieste sono le porte a libro pieghevoli. Che, tra l’altro, quanto ad estetica sono state protagoniste di un costante perfezionamento negli anni. Infine, nell’elenco delle porte che consentono di ottimizzare gli spazi – guadagnando quindi, facendo un calcolo complessivo e considerando più ambienti della casa, preziosi metri quadri - un posto spetta anche a quelle rototraslanti: poiché l’anta gira su se stessa, scorrendo verso il bordo del vano, rispetto alle tradizionali porte a battente l’ingombro risulta notevolmente ridotto. Ottime anche le porta a bilico. Qualunque sia la tua esigenza, su outletarredamento.it troverai proposte in grado di soddisfarla, tutte di elevata qualità. L’altro grande vantaggio? I prezzi super scontati. Dai un’occhiata alle nostre vetrine virtuali!

Porte e chiusure per sfruttare gli spazi difficili

Vani sottoscala, nicchie, cabine armadio su misura dalla struttura irregolare, mansarde con ingressi dalla forma trapezoidale: quali tipologie di porte scegliere in questi casi difficili? L’ideale è commissionare modelli su misura, che comportano indubbiamente una spesa più elevata ma permettono di risolvere qualsiasi problema. Per i sottoscala, per esempio, occorre che il perimetro della porta abbia un taglio inclinato; per le nicchie, non di rado, sono preferibili chiusure rialzate dal pavimento. Si tratta di situazioni, in altre parole, per le quali i cui i prodotti standard spesso si rivelano inadeguati. Ragionando più in generale, facciamo comunque presente che per i suddetti casi le porte più indicate sono quelle filomuro, quelle scorrevoli e quelle pieghevoli, simmetriche oppure asimmetriche. Una variabile che contribuisce a fare la differenza è lo spessore: più risulta ridotto, meglio è. Qui troverai i rivenditori autorizzati dei migliori brand presenti sul mercato e offrono anche servizi di consulenza e progettazione: individua le porte che potrebbero fare al caso tuo e compila il modulo, in modo da entrare in contatto diretto con professionisti pronti a definire con te il progetto vincente a prezzi di gran lunga inferiori alla media.